Aggiunto al carrello
  1. Home Brother
  2. Blog
  3. Etichettatura
  4. 2022
  5. Data Product Management: visibilità e trasparenza, dalle anagrafiche di prodotto ai sistemi di etichettatura e stampa
Data Product Management: visibilità e trasparenza sistemi di etichettatura Brother

Data Product Management: visibilità e trasparenza, dalle anagrafiche di prodotto ai sistemi di etichettatura e stampa

Per la crescita di un business la condivisione dei dati è fondamentale: la velocità con cui le informazioni sono distribuite tra fornitori e clienti è molto importante così come anche la qualità e la trasparenza dei dati scambiati.

Data Product Management (DPM): le cose da sapere, gli errori da evitare

Data Product Management non significa solo raccogliere, organizzare, archiviare e condividere tutte le informazioni di prodotto all'interno di un'organizzazione. Oggi più che mai le supply chain sono diventate ampiamente estese e sempre più integrate. Questo perché digitalizzazione e globalizzazione hanno portato gli operatori delle filiere a lavorare in maniera sempre più competitiva ma anche sincronizzata e collaborativa.

Data la natura distribuita a livello globale della catena di approvvigionamento e della catena di produzione, indipendentemente dalla posizione geografica nell’etichettatura i governi richiedono maggiore accuratezza, coerenza e sincronizzazione dei dati. Il problema è che ancora oggi il Data Product Management non è efficiente e non è efficace: i dati scambiati tra fornitori, produttori, trasportatori, distributori e, in ultima istanza, clienti finali, risultano spesso ridondanti ma anche imprecisi. Il che rende le filiere poco trasparenti generando, a cascata, errori e sprechi che hanno un impatto economico e organizzativo.

Data-Product-Management-infografica

Come eliminare il disallineamento delle anagrafiche di prodotto e azzerare gli errori nella movimentazione delle merci lungo la supply chain

Il disallineamento delle anagrafiche di prodotto impatta negativamente sulla supply chain ed è l’origine di molti errori e conteziosi associati alla movimentazione delle merci e tutta l’operatività associata alla gestione di ordini, documenti di trasporto e fatture.

Per lavorare bene e velocemente, le filiere hanno bisogno di trasparenza e sistemi di tracciabilità e rintracciabilità. Non basta organizzare nel modo più razionale, standardizzato e funzionale le anagrafiche di prodotto nelle banche dati aziendali. I dati anagrafici devono essere accompagnati alle informazioni di dettaglio relative a fornitori, trasportatori, distributori e clienti. Non a caso, settori come quello automobilistico, del Food and Beverage o sanitario e farmaceutico stanno investendo attivamente in soluzioni di Data Product Management che contribuiscono a proteggere prodotti, partner e clienti attraverso l'aggregazione e l'integrazione informatica, l'identificazione univoca, il track-and-trace nonché sistemi di validazione e di verifica. Oltre a implementare processi di serializzazione, queste aziende incorporano gli standard GS1 nelle loro operazioni di etichettatura. È così che si ottiene massima visibilità dei dati della catena di approvvigionamento in modalità end-to-end, mantenendo la conformità normativa.

Data Product Management tra visibilità e visualizzazione

Quando si parla di Data Product Management è fondamentale risolvere al meglio tutta la parte di rappresentazione e visualizzazione delle informazioni. Ragionando ben oltre il Master Data Management (MDM) e al PIM (Product Data Management), un approccio olistico al Data Product Management deve risolvere anche le fasi di codifica e di etichettatura, permettendo agli operatori di identificare, prelevare e movimentare senza errori:

  • materie prime
  • componenti
  • accessori
  • prodotti semilavorati
  • prodotti finiti
  • supporti logistici
  • imballi
  • confezioni
Focus-Data-Product-Management

Sistemi di etichettatura e di stampa: gli errori da evitare

Ogni operatore deve capire bene in che modo codificare ma anche come etichettare. È fondamentale identificare:

  • quali dati stampare
  • in che modo stamparli
  • quale tipologia di stampa e di etichettatura sia più adatta alle esigenze operative e ai budget

Insomma: trovare ingegnosi sistemi di codifica e fare un figurone quando si parla di Big Data Management non ha senso se poi gli operatori in fase di stoccaggio e di prelievo fanno errori anche solo perché le etichette utilizzate sono state applicate male al punto da diventare poco leggibili o, peggio ancora, risultano sbiadite, graffiate o scorticate.

Le etichette stampate in modo errato hanno un costo elevato. Secondo gli analisti, gli storni di addebito possono variare da 5 a 165 dollari per ogni singola etichetta. Questa cifra aumenta in modo significativo nell'industria alimentare e medica e può raggiungere centinaia di milioni di dollari. Dalla pianificazione della domanda al magazzino alla spedizione, l'etichettatura è parte integrante dell’economia di scambio, influendo sulla catena di approvvigionamento dall'inizio alla fine. La scelta di un sistema di etichettatura efficace, dunque, contribuisce a ottimizzare la visibilità della filiera, garantendo un Data Product Management davvero efficace ed efficiente, mantenendo l’agilità e la continuità operativa della supply chain.

DPM nella nuova normalità

Il regime di continui Stop&Go ha insegnato alle filiere a ripensare l’operatività logistica e i rischi di fornitura. Come sottolineano gli analisti di Boston Consulting Group, oltre a predisporre una disponibilità di prodotti a magazzino più consistente e ad avere un sistema di approvvigionamento ridondato per ridurre i rischi di interruzione, le filiere hanno imparato a sottoscrivere contratti più flessibili a livello di fornitura, produzione e distribuzione. Soprattutto, hanno imparato a investire nella visibilità delle operazioni e delle vendite in modalità end-to-end. Nello scambio delle informazioni, infatti, cambiano le modalità di gestione e di visualizzazione dei dati. In questo contesto, le tecnologie di stampa aiutano a non compromettere la velocità e la competitività del business, permettendo alle filiere di ottenere, memorizzare e inviare informazioni accurate di prodotto (e non solo di prodotto). 

Tecnologie di etichettatura, ultimo miglio dell’AutoID

Dal Data Product Management all’etichettatura i processi devono essere gestiti sistematicamente, utilizzando le tecnologie di automazione più evolute, in modo che numeri, simboli e altri elementi di conformità vengano utilizzati in modo coerente e affidabile, garantendo massima visibilità in fase di stampa e di lettura. A discapito della teoria, l'etichettatura nella pratica è un processo ancora molto frammentato. Dopo che un'etichetta è stata progettata, in base alle linee guida per la progettazione e produzione di etichette ogni player della supply chain crea le proprie versioni. Di conseguenza, più versioni di un'etichetta vengono propagate e utilizzate da operatori diversi. Questo processo non solo aumenta i costi per tutti gli interessati, ma aumenta anche drasticamente le possibilità di errore dell'etichetta, soprattutto in assenza di controlli sufficienti per garantire che tutte le parti stiano stampando la stessa etichetta.

Data Product Management & Labelling sempre più mission critica

Un Data Product Management che integra al meglio anche i processi di etichettatura contribuisce a ridurre gli errori e ad affrontare adeguatamente la necessità di creazione di contenuti dinamici, dando a sua volta una maggiore enfasi all'automazione dell'etichettatura con integrazione certificata alle fonti di verità per i dati.

I sistemi di etichettatura Brother, oltre a includere una vastissima gamma di modelli adatta a diverse modalità applicative, si integrano perfettamente ai sistemi di Data Product Management. Qualsiasi organizzazione può generare prontamente etichette funzionali e conformi avvalendosi di un sistema capace di adeguarsi proattivamente a richieste di modifica, nuove sequenze di codifica e nuovi modelli.

Grazie a un motore intelligente, il software di etichettatura facilita la collaborazione intra e interaziendale, aumentando l'efficienza interna e l'efficienza esterna con una gestione strutturata dei dati da riportare sulle label man mano che i requisiti normativi vengono aggiornati o i prodotti si evolvono nel tempo. In questo modo si semplificano i processi di etichettatura, riducendo al minimo il rischio di dati errati e i costi, velocizzando l’operatività di tutta la supply chain.

Scopri di più di Etichettatura

Ti potrebbe interessate

Torna su